Il bollo, purtroppo, è una tassa obbligatoria sul veicolo da versare ogni anno: scopriamo tutte le novità del 2020.

Il bollo auto è la tassa legata al possesso dell’automobile, regolarmente iscritta al Pubblico Registro Automobilistico, che deve essere pagata ogni anno, a prescindere dall’utilizzo e da chi ne usufruisce. 

Solitamente, la scadenza del bollo è fissata entro il mese successivo a quello dell’immatricolazione dell’automobile. Fatta eccezione degli automobilisti di Piemonte e Lombardia, in quanto per loro sono previste regolamentazioni diverse, mentre per tutti gli altri:

  • Entro il 20 gennaio 2020 se il bollo è scaduto a dicembre 2019
  • Entro il 31 maggio 2020 se il bollo è scaduto ad aprile 2020
  • Entro il 30 settembre 2020 se invece è scaduto ad agosto 2020

Ma quali sono le novità relative al pagamento del bollo 2020 e chi ha diritto ad agevolazioni ed esenzioni? Sicuramente ci sarà un ecotassa maggiorata per le auto più inquinanti e la conferma di condono, ma scopriamo tutto.

Come si calcola il bollo auto?

Grazie alla nuova Legge di Bilancio 2019 sono state apportate diverse modifiche e importanti agevolazioni sul bollo del 2020. Ma capiamo meglio come viene calcolato; può essere fatto in tre modi:

  • In base ai kW e alla classe ambientale della tua vettura indicati nel libretto di circolazione, basterà dividere per 1,35962 i cavalli del mezzo sapere se si tratta di un’automobile Euro 0,1,2,3,4,5 o 6
  • Tramite la targa del tuo mezzo, un’operazione facile e veloce da eseguire tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate, dove dovrai inserire la tipologia di veicolo, digitare il numero di targa e inserire il codice di sicurezza suggerito per il calcolo
  • Attraverso il sito ACI in modo facile e comodo

Una volta capito il costo del bollo auto, potrai tranquillamente effettuare il pagamento presso:

  • Una qualsiasi sede ACI
  • Posta
  • Agenzia pratiche auto
  • Ricevitoria e tabaccheria abilitata
  • Istituto bancario preposto

Esenzioni e agevolazioni sul bollo auto

È possibile risparmiare sul bollo auto? Si, sono previste numerose esenzioni e agevolazioni per diverse categorie di automobilisti.

Dopo aver capito come viene calcolato, scopriamo insieme chi e come si può eventualmente risparmiare sul pagamento di questa tassa. 

In questa categoria rientrano i possessori di auto elettriche, ibride o con bassi livelli di emissioni di CO2. 

Queste tipologie di auto sono esentate dal pagamento o, in alternativa, pagano un bollo notevolmente basso, così da agevolare l’acquisto e abbattere l’inquinamento. 

Inoltre, ci sono alcune regioni in cui il bollo auto costa molto meno, questo dovuto al fatto che essendo una tassa regionale, vede la possibilità di poter adottare il regime delle esenzioni totali o parziali. 

Anche i possessori di auto di interesse storico e collezionismo, tra i 20 e i 29 anni di età e dotate di adeguata certificazione, pagheranno il bollo con uno sconto del 50%.

Sono inoltre esenti dal pagamento del bollo, tutti i disabili che possono avvalersi della Legge 104 e può spettare sia al diretto interessato che al congiunto intestatario dell’automobile, quando si tratta di un familiare che ha a carico il disabile. 

Attenzione: cerca di essere sempre aggiornato sulle nuove modifiche per commettere errori!